venerdì 28 ottobre 2016

Sei caschi bianco di ProgettoMondo Mlal pronti a vivere una nuova avventura!

Otto pronti a partire per Perù, Bolivia e Marocco, mentre gli altri sei, Andrea, Annalisa, Giulia, Francesca, Michela e Marianna, tutti veronesi, affronteranno l’esperienza di servizio civile nella loro città. E’ infatti da poco terminata la settimana di formazione e si respira grande positività tra i 14 giovani selezionati per il 2016 da ProgettoMondo Mlal.
Valorizzare, sensibilizzare, e diffondere in modo corretto le storie dei progetti di cooperazione, è il compito che attende Andrea Palmieri, 27 anni, Giulia de Lellis, 23 anni ed Annalisa Moretto, 24 anni, impiegati nell’ufficio Comunicazione della Ong veronese. E lo faranno organizzando eventi di promozione sociale e piccole campagne di raccolta fondi.
Andrea, all’ultimo anno dell’istituto universitario salesiano IUSVE, ha deciso di mettersi in gioco per accrescere le sue competenze in materia di comunicazione rivolte all’ambito del no profit.
Giulia, laureata in Scienze Politiche delle Relazioni Internazionali, è interessata a capire come funziona un’Ong, poiché crede che sia il miglior modo attraverso il quale comunicare le problematiche che uniscono il Nord e Sud del Mondo.
Annalisa, sta per laurearsi in Comunicazione e ha voglia di mettere in pratica quello che fino ad ora è stato “teoria” e conoscere da vicino un’organizzazione che guarda a temi ormai diventati imprescindibili con uno sguardo critico e sensibile.
Marianna Marchesini, 26 anni, Francesca Yeboah Hammond, 18 anni e Michela Belloni, 26 anni sono invece nell’equipe dell’ufficio Educazione per la promozione di attività di Global education e di cittadinanza attiva.
Marianna, con una Laurea Magistrale francese in Lingue applicate all’internalizzazione delle organizzazioni, vuole contribuire alla diffusione di una cultura di apertura, solidarietà e sostenibilità sociale.
Francesca, nata in Italia da genitori ghanesi, dopo 18 anni è appena diventata cittadina italiana a tutti gli effetti e si è da poco diplomata. Ha deciso di affrontare questa esperienza per arricchire il suo bagaglio di conoscenze e per capire quale sarà la strada che vorrà intraprendere.
Non da ultima, Michela che sta terminando la Magistrale in Cooperazione Internazionale all’Università di Ravenna, ed è molto affascinata dal lavoro svolto a livello locale e dall’importanza che riveste il ruolo della partecipazione e cittadinanza attiva per far emergere il mondo solidale.
Nonostante i vari dubbi e le paure che possono, si percepisce già da ora la voglia di fare, scoprire e scoprirsi, imparare e conoscere nuovi contesti e persone. Questo è ciò che un anno di servizio civile riesce ad offrire a chi sceglie di capire meglio il mondo che oggi ci circonda e vuole allo stesso tempo concretizzare le proprie idee.

Giulia De Lellis
Servizio civile
Comunicazione ProgettoMondo Mlal

Nessun commento:

Posta un commento